Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione:

Ginnastica Ritmica

Allenatore della nazionale Luchia Egermann con Nicol Ruprecht Foto di Alessandro Squassoni

Ho avuto il piacere e l'onore di conoscere alla World Cup di Pesaro del 2013 Luchia Egermann, grande allenatrice e grande donna, da me molto ammirata e stimata. Per questo quando la responsabile per l'organizzazione del Grand Prix di Innsbruck, Sophia Gabrielli,  mi ha domandato alcune immagini, non ho esitato un attimo. Mi ha fatto un grande onore vedere una mia foto pubblicata nel sito ufficiale dell'evento proprio in un'intervista dedicata a Luchia e che, con l'autorizzazione di Sophia Gabrielli, mi son permesso di tradurre e scrivere qui di seguito:

 Per leggere l'intervista originale : Interview with national coach Luchia Egermann

Ho avuto il piacere e l'onore di conoscere alla World Cup di Pesaro del 2013  Luchia Egermann, grande allenatrice e grande donna, da me molto ammirata e stimata. Per questo quando la responsabile per l'organizzazione del Grand Prix di Innsbruck, Sophia Gabrielli,  mi ha domandato alcune immagini, non ho esitato un attimo. Mi ha fatto un grande onore vedere una mia foto pubblicata nel sito ufficiale dell'evento proprio in un'intervista dedicata a Luchia e che, con l'autorizzazione di Sophia Gabrielli, mi son permesso di tradurre e scrivere qui di seguito:

Negli ultimi dieci anni, il nome Luchia Egermann è stato sinonimo di successo in ogni aspetto. Abbiamo parlato  con l'allenatore della nazionale di ginnastica ritmica austriaca riguardo al concorso 2014 con la ginnastica ritmica allenatore della nazionale austriaca riguardo il futuro e i nuovi talenti che hanno gareggiato in questo 2014. 

 .. Luchia, con il Gran Prix finale a Innsbruck quest'anno le competizioni di Ginnastica ritmica sono arrivate al termine. Come è stato il 2014 per la Nazionale austriaca?

 Abbiamo fatto un grande balzo in avanti quest'anno. I risultati ai Campionati del Mondo 2014 sono stati migliori di quelli raggiunti a Kiev lo scorso anno. Nici Ruprecht ha concluso classificandosi 15 posti superiori e ha perso la finale all-around per soli 0,02 punti. Natascha Wegscheider è  notevolmente migliorata. Sono molto orgogliosa delle ragazze e più felice per il fatto che Nici ora appartiene veramente alla classe mondiale.

..Nicol Ruprecht è un candidato per i Giochi Olimpici. Come vede le sue possibilità, che cosa c'è di speciale in lei?

Ha una forte personalità, che si vede anche nella sua esecuzione sulla pedana. Lei ha tutti i presupposti per una ginnasta di livello mondiale: la flessibilità, una buona base tecnica e questo qualcosa in più, lo speciale qualcosa di cui ha bisogno. Eppure, negli anni a venire non sarà facile per lei. Le 30 Top del mondo sono estremamente forti.

.. L'anno scorso i campionati europei si sono svolti a Vienna, l'anno prima il Gran Prix si è svolto in Vorarlberg. Cosa significa per questo sport avere così grandi eventi di fama in Austria?

E' la prova che la ginnastica ritmica ha una certa tradizione. Che è grande per le ragazze. In questa occasione vorrei esprimere la mia gratitudine agli organizzatori il cui impegno enorme che rende possibili queste competizioni. Petra Gabrielli in Tirolo, Gabriela Welkow-Jusek della Federazione Ginnastica austriaco e Annires Marchetti in Vorarlberg: Sono contenta che abbiamo queste donne in Austria che sono così impegnati per il nostro sport!

.. Le gare di livello mondiale come questa contribuiscono a rendere la Ginnastica ritmica più popolare.

Assolutamente! Eventi come questi sono molto utili. Tutti i paesi che vogliono rimanere in cima organizzano diversi concorsi importanti ogni anno, come la Francia con 3 tra i migliori tornei all'anno. Questo è essenziale per attrarre più giovani ginnaste nei club.

.. Tuttavia, la Ginnastica ritmica è uno sport minore in Austria. Che altro serve per promuoverlo?

Avremmo bisogno di più TV e della copertura generale dei media. In Austria, la Ginnastica ritmica non è molto conosciuta, siamo fortemente in ritardo rispetto ad altri Paesi in questo senso. Mi dispiace dire che le condizioni di base sono tutt'altro che ideali. Ci mancano i soldi per lo sviluppo dello sport, non solo in ginnastica ritmica. Venendo in Austria dall'estero, sono rimasta scioccata nel vedere che non è un terreno ideale per molti sport competitivi. Se vogliamo vincere medaglie alle Olimpiadi, dobbiamo mettere molto più sforzo nel lavoro di base con i giovani atleti.

.. A proposito di giovani atleti, per il futuro, come è la situazione in Austria?

Vedremo. Per una ginnasta ritmica per rendere al top, è necessario un pacchetto completo: talento, prerequisiti fisici, duro lavoro, forza mentale, buone condizioni di formazione, e così via. Non è sufficiente essere solo flessibili. E' altrettanto importante il pieno supporto della famiglia.

.. Cosa vi aspettate dai vostri ginnasti del Grand Prix di Innsbruck?

 Il mio obiettivo è per Nici di raggiungere la fase finale, senza una wild card. So che può farlo.

 Per tutte le informazioni riguardo il Grand Prix di Innsbruck vi invitiamo a visitare il loro sito ufficiale http://www.grandprix-innsbruck.com/ l'articolo da noi scritto riguardo la possibilità di vedere il live streaming e quindi di poter seguire la competizione.